Specifiche degli oli idraulici. Scegliere e selezionare gli oli

By | 13 febbraio 2015

Le cosiddette specifiche degli oli idraulici, ma che riguardano anche i lubrificanti in genere ed altri prodotti soggetti a requisiti particolari in fase di produzione, sono dei documenti nei quali organismi di standardizzazione, grandi aziende di produzione e associazioni di costruttori e produttori dettano le “regole” e i requisiti minimi per la produzione dell’olio.

Tali requisiti riguardano alcune caratterisitiche chimico – fisiche dell’olio quali viscosità, demulsività, resistenza all’ossidazione, ecc. Tutti aspetti che vengono presi in considarazione nella scelta del fluido idraulico più adatto all’impiego che può essere un pompa oleodinamica o un sistema idraulico di un escavatore.

Le specifiche vengono risportate nel libretto di manutenzione della macchina o del sistema oggetto di lubrificazione. In alcuni casi viene indicata la generica gradazione di viscosità, la “VG”acronimo di Viscosity Grade, nell’ambito delle norme ISO (es. ISO VG 46). In altri casi i costruttori preferiscono riportare dirattamente il produttore dell’olio indicano marchio e gradazione.

 

DIN 51524 – Parte 2 e Part 3: HLP e HVLP

Visualizza oli HLP 51524 – Parte 2Visualizza oli HVLP 51524 – Parte 3

dinLe norme DIN sono emenata dal Deutsches Institut für Normung, Istituto Tedesco di Normazione, è l’ente tedesco che si occupa di emenare gli standard anche per gli oli idraulici. Si tratta di una delle specifiche più famose in quanto molto richiesta.

La DIN 51524 si suddivide in due parti, la parte 2 e la parte 3 entrambe disciplinano gli oli idraulici HL che derivano da oli minerali con additivi anticorrosione e antinvecchiamento.

La parte 2 della norma individua gli oli HLP  che contengono addiviti che permettono di proteggere contro corrosione e resistenza  e prevengono l’usura da grippaggio nella zona di attrito misto.

La parte 3 della norma contiene la specifiche HVLP che in aggiunta ai precendenti contengono addivi che consentono di migliorare il rapporto tra viscositá e temperatura.

ISO 6743-4:1999

Visualizza gli oli »

isoLa ISO 6743 dal titolo “Lubrificanti, olii industriali e prodotti connessi (classe L)” è una norma che riguarda la lubrificazione didiverse prodotti, è suddivisa in 15 famiglie individuate da una lettera alfabetica che riportiamo per completezza di informazione:

  • Parte 0: Generale
  • Parte 1: Famiglia A (sistemi di perdita totale)
  • Parte 2: famiglia F (Cuscinetti per mandrini, cuscinetti e frizioni associati)
  • Parte 3A: Famiglia D (compressori)
  • Parte 3B: Famiglia D (gas e refrigerazione)
  • Parte 4: Famiglia H (sistemi idraulici)
  • Parte 5: Famiglia T (Turbine)
  • Parte 6: Famiglia С (Gears)
  • Parte 7: Famiglia M (lavorazione dei metalli)
  • Parte 8: Famiglia R (protezione temporanea contro la corrosione)
  • Parte 9: Famiglia X (Grassi)
  • Parte 10: Famiglia Y (Varie)
  • Parte 11: Famiglia P (utensili pneumatici)
  • Parte 12: (fluidi termovettori) Famiglia Q
  • Parte 13: Famiglia G (Guide di scorrimento)
  • Parte 14: Famiglia U (trattamento termico)
  • Parte 15: Famiglia E (motori a combustione interna)

La famiglia di nostro interesse è quella “H” ISO 6743-4 che concerne la lubrificazione dei sistemi idraulici. La famiglia classifica i fluidi idraulici nelle seguenti categorie:

  • ISO – L – HH – minerali senza inibitori di corrosione
  • ISO – L – HL – con ossido-riduzione e additivi anticorrosivi
  • ISO – L – HM – con additivi per riduzione dell’usura, per sistemi idraulici generali con componenti altamente caricati
  • ISO – L – HR – ad elevato indice di viscosità
  • ISO – L – HV – ad elevato indice di viscosità per costruzioni e marina
  • ISO – L – HS – liquidi sintetici

Classificazione per fluidi in applicazioni in cui è richiesta la compatibiltà ambientale (per tutti i sistemi idraulici)

  • ISO – L – HETG (Trigliceridi – oli vegetali)
  • ISO – L – HEPG (poliglicoli)
  • ISO – L – HEES (esteri sintetici)
  • ISO – L – HEPR (Polialfaolefina e relativi idrocarburi)

Classificazione per fluidi idraulici ignifughi in applicazioni dove è richiesta la resistenza al fuoco

  • ISO – L – HFAE – Emulsione, olio-in-acqua
  • ISO – L – HFAS – combinazioni chimiche in acqua
  • ISO – L – HFB – emulsione acqua-in-olio
  • ISO – L – HFC – acqua / glicole
  • ISO – L – HFDR – fluidi sintetici che non contengono acqua e composti da esteri fosforici
  • ISO – L – HFDU – Fluidi sintetici che non contengono acqua e di altra composizione

ISO 11158 : 1997

isoVisualizza gli oli: MHHV

La norma ISO 11158 disciplina la famiglia dei lubrificanti HH, HL, HM, HR, HV and HG. Si tratta di fluidi idraulici minerali. La norma è utilizzata in combinato con la DIN 51524.

Il seguente schema rapporta le sigle della DIN con la ISO:

  • HL=HL
  • HLP=HM
  • HLPD=HG
  • HVLP=HV

ASTM D6158 – 10 Specifiche standard per oli idraulici minerali

Visualizza gli oli »

astmL’ASTM, American Society for Testing and Materials International, è l’organismo di normalizzazione degli Stati Uniti d’Amerca, nell’ambito degli oli idraulici ha emanato la norma ASTM D6158.

La specifica detta le norme per gli oli minerali utilizzati nei sistemi idraulici che richiedono olio base raffinato. La specifica individua 3 principali categorie

  • HH, fluido idraulico costituito da olio minerale di base
  • HL, olio raffinato con base minerale e inibitori  della ruggine e ossidazione
  • HM, fluido idraulico che rispetto al precedente possiede anche caratteristiche antiusura

La specifica che non include tutti gli oli idraulici detta i requisiti per gli oli minerali in termini di viscosità, peso specifico, aspetto, punto di infiammabilità, numero di acido chimico, corrosione, separazione dell’acqua, la compatibilità elastomeri, rilascio dell’aria, e stabilità termica.

Cetop RP 91

Visualizza gli oli  »

Cetop, Comité Européen des Transmissions Oléohydrauliques et Pneumatiques, è l’organizzazione che rappresenta le Associazioni Nazionali del Settore della Potenza Fluida di ben 14 paesi in Europa, ad essa sono associate oltre mille aziende europee.

La norma detta specifiche particolari per i fluidi idraulici ma la classificazione degli stessi è uguale alla ISO 11158 a cui si rimanda.

Parker – Denison HF

Visualizza gli oli  »

parker_denison_logoLa Parker Denison è un’azienda statunitense che produce sistemi idraulici come pompe oleodinamiche, valvolame ecc ha sede a Marysville, Ohio. L’azienda ha emantato le specifiche Parker – Denison HF che sono in totale 5:

  • HF-0, HF2 = Fluidi idraulici antiusura basici
  • HF-1 = Non Petroleum Base Antiusura
  • HF-5 = Fluidi sintetici
  • HF-3 = acqua in emulsioni di olio
  • HF-4 = Acqua Glicol

AFNOR NF 48-603

Visualizza gli oli  »

Screenshot_1L’AFNOR, Association Française de Normalisation, l’organismo di normalizzazione francese. Per quanto concerne gli oli idraulici ha emanato in passato la specifica AFNOR NF E 48-603. Attualmente non è più in vigore e si fa riferimento alla ISO 11158.

Bosch Rexroth RE 90220

Visualizza gli oli  »

boschBosch Rexroth è la divisione di Bosch che si occupa della produzione di pompe oleodinamiche, ad ingranaggi, a pistoni o a palette.

La specifica richiede in primo luogo per l’utilizzo di fluidi idraulici nei suoi prodotti il rispetto del requisito minimo richiesto dalla DIN 51524. In ogni caso la cassificazione non si discosta da quella tedesca indivudano alcune specifiche caratteristiche per quanto concerne la selezione del fluido in considerazione della viscosità, temperatura di esercizio, della capacità dell’olio di superare i test FZG e la compatibilità con i materiali.

Eaton Vickers I-286-S

Visualizza gli oli  »

eatonLa Eaton Vickers è un’azienda statunitense con sede in Irlanda produttrice di sistemi idraulici e oleodinamici ha emanato la specifica Vickers I-286-S, M-2950-S or GB-B-920, “Hydraulic Fluid and Temperature Recom – mendations” individuano le specifiche caratteristiche dei fluidi idraulici da utilizzare nei suoi sistemi.

BS 4231

Visualizza gli oli  »

bsiLa norma è emanata da BS Group (British Standards Institution) ente di normalizzazione inglese. La specifica, denominata BS BS 4231:1992, “Classification for viscosity grades of industrial liquid lubricants”, detta le specifiche per i fluidi idraulici in termini di grado di viscosità.

In particolare la norma individua 18 diversi gradi di viscosità

US Steel 126 – 127 – 136

ussteelVisualizza gli oli  »

La United States Steel è un’azienda statunitene attiva nella produzione dell’acciaio. Ha emenatao diverse specifiche richieste agli oli idraulici per la lubrificazione dei macchinari di produzione industriale

Cincinnati Machine P-68 – P-69 – P-70

Visualizza gli oli  »

cincinnatiLa Cincinnati Machine Inc. è un’azienda statunitense che ha emanato tre diverse specifiche per i fluidi idraulici in relazione ai classici gradi di viscosità ISO VG: la P-68 (ISO 32); P-69 (ISO 46) e P-70 (ISO 68). I lubrificanti devono rispettare determinate specifiche in termini di stabilità viscosità e rapporto con le temperature.

SAE MS 10004

Visualizza gli oli  »

Screenshot_2La SAE, Society of Automotive Engineers, è attiva nella normazione nell’ambito dell’industria aerospaziale, automobilistica e veicolistica.

La norma, dal titolo Lubricants, Industrial Oils, and Related Products Type H (Hydraulic Fluids)–Specification defomosce i requisiti minimi di efficienza per lubrificanti industriali, in particolare gli oli idraulici. La classificazione riprende lo standard ISO 6743. Caratteristiche prestazionali e procedure di prova sono specificati nel documento ufficiale ma gli stessi fanno riferimento e sono equivalenti all’ISO, DIN, CEN, BSI, ASTM, con metodi di prova AFNOR, CETOP, e IP come riferimento.

Poclain P110 32 – 03J

Visualizza gli oli  »

poclainPoclain è uno dei maggiori produttori francesi di sistemi idraulici. Ha emanato una propria specifica per la lubrificazione dei sistemmi Poclain.

 

Attenzione: il presente documento è protetto da copyright qualsiasi utilizzo non autorizzato verrà perseguito in sede legale. Il monitoraggio anti-copy avviene mediante l’utilizzo di sistemi automatizzati

 

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *